Trovato l’accordo nel centrodestra romano per le prossime comunali

Il centrodestra è finalmente riuscito a trovare l’intesa sul candidato sindaco per Roma. Si tratta di Enrico Michetti, professore di diritto e speaker radiofonico, il quale comporrà un ticket con Simonetta Matone, ex magistrata, la quale sarà il suo vice in caso di vittoria nella competizione elettorale.
Una competizione la quale si presenta però molto complicata per il centrodestra, come dimostra proprio il nome proposto. Ovvero quello di un personaggio sino ad ora estraneo alla politica, di cui si sa in effetti pochissimo, se non fosse per qualche scivolata la quale potrebbe essergli rinfacciata nel corso della campagna elettorale. A partire dall’affermazione secondo la quale il saluto romano sarebbe il più igienico, che sembra destinata a pesare non poco in una città come la Capitale, medaglia d’oro alla Resistenza, che ha dato un grande contributo di sangue alla lotta contro il fascismo, con vicende emblematiche come il rastrellamento del ghetto e le Fosse Ardeatine.
Se per la capitale il dado è tratto, non sono però finiti i dissapori nel centrodestra, con la vicenda milanese che sembra destinata a protrarsi ancora, considerato come nel capoluogo lombardo il diniego di Albertini abbia reso ancora più evidente lo sfilacciarsi dei rapporti tra Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Entrambi intenzionati a non lasciare spazio all’altro, nell’ottica della conquista di una leadership che se sino ad un anno fa sembrava destinata al leader della Lega, oggi è invece oggetto di una contesa sempre più aspra. La quale potrebbe infine provocare danni per quanto riguarda la tenuta della coalizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *