L'Associazione
Europa
Istituzioni
Guida del Cittadino
Queste sono le ultime 20 segnalazioni.
Oppure sfoglia le segnalazioni in base all'argomento
settembre 2013 - Lavoro

 Mi sono permesso di inviare una lettera a tre Presidenti con la presunzione che qualcuno mi potesse far sognare leggendola e rispondendomi, non per una soluzione al mio problema, ma per darmi almeno l’illusione che anche le persone semplici e modeste come me fanno parte di questa Repubblica.

Non avendo avuto risposta, pubblico qui il testo della mia lettera, per rendere nota l’ennesima critica situazione familiare.

marzo 2013 - Sanit

Nel 1981 mio Padre Giovanni fece un intervento, al termine del quale gli fu diagnosticata l'Epatite C.
Dopo brevi ricerche risultò che l'ospedale aveva utilizzato delle sacche emoderivati contagiate.

Solo nel 1992 mio padre seppe che si poteva fare ricorso per un risarcimento danni ed impugnò la causa, con certificazione dell'Ospedale che in effetti il contagio avvenne con le trasfusioni 

febbraio 2013 - Vita Sociale

Oggi da quarantenne quando vado per le strade, nei circoli, nei posti di lavoro, vedo dentro gli occhi di molte persone coetanee quella nostalgia e quella tristezza di qualcosa che non c’è più.

Quel qualcosa è il calore, la fratellanza, la gioia e la speranza che contraddistinguevano la vita ai tempi in cui eravamo più giovani. 

novembre 2012 - Consumatori

Vivo a Milano, sono invalida e non posso deambulare, di conseguenza non posso recarmi personalmente nei negozi e, nello specifico, nelle farmacie.

Nell'ultimo periodo capita sempre più spesso che mi vendano prodotti in una confezione non integra.
La causa, secondo loro, è la crisi e la riduzione del personale di controllo nelle fabbriche.
 

novembre 2012 - Vita Sociale

Scrivo a voi in qualità di genitore, di cittadino Italiano ed in rappresentanza di molti miei vicini di casa in una frazione di un comune nella provincia di Pisa.

Qualche settimana fa abbiamo notato un nuovo cantiere edile, proprio dietro casa e nel mezzo di un centro abitato in forte espansione. Pensavamo che finalmente il nostro Comune avesse deciso di mettere a posto i marciapiedi (dissestati a dir poco), invece siamo venuti a sapere che stavano per installare un’antenna di 27 metri, proprio accanto alla nostra palazzina. 

ottobre 2012 - Vita Sociale

 Sono una disabile della provincia di Treviso e desidero
segnalare quanto mi è l’estate scorsa mentre ero in ferie a XXX (VE).

Nella mia macchina era esposto il tesserino invalidi, nonostante questo mi sono trovata una multa.

maggio 2011 - Vita Sociale

Mi chiamo Raffaela e sono sulla sedia a rotelle perchè sei anni fa sono stata investita da una macchina mentre ero in bicicletta. Essendo rimasta una persona consapevole del fatto che la vita è un bene prezioso da vivere con CORAGGIO, GIOIA, DIGNITÀ, mi trovo a lottare con la continua maleducazione della gente e delle istituzioni

marzo 2011 - Vita Sociale

"Gli alunni figli di lavoratori stranieri residenti in Italia che abbiano la citadinanza di uno dei paesi membri della Comunità europea sono iscritti alla classe della scuola d'obbligo successiva, per numero d anni di studio, a quella frequentata con esito positivo nel paese di provenienza"  (D.P.R. 722/1982)

 

dicembre 2010 - Giustizia

Dopo la mia separazione del 2004 e sino ad oggi, io, mia madre e mia sorella, siamo tenuti stretti in una morsa giudiziale che ci sta lentamente distruggendo economicamente, moralmente e fisicamente… Con la mia separazione sono iniziati i nostri guai giudiziali. La mia ex consorte, forte del "Ggratuito Patrocinio" ha scatenato una tempesta giudiziaria senza confronti, assistita da uno studio legale agguerrito, insidioso e per niente deontologico.
Al compimento della maggior età mio figlio si è prestato al gioco al massacro e, assistito e consigliato dal medesimo studio legale, ha avviato contro di me, mia madre e mia sorella, un'altra bordata di citazioni, fotocopie di quelle che la madre aveva già fatto, con memorie ripetitive frutto del 'copia/incolla'.
Ad oggi si contano 7 cause per mia sorella, 6 cause per mia madre e 16 cause per me.
Sono un lavoratore dipendente prossimo alla quiescenza e per far fronte agli enormi esborsi per spese legali ho dovuto vendere un appartamento e accettare una proposta di esodo incentivato dalla mia azienda, per avere liquidità e garanzie di non rivalsa legale. Ogni citazione avviata da mio figlio ed ex consorte si è sempre conclusa con una mia vittoria, però purtroppo i giudici decidevano per la COMPENSAZIONE DELLE SPESE. Ho sborsato decine di migliaia di Euro per difendermi ed ora il mio conto corrente sta agonizzando.
È chiaro l'obiettivo che hanno mio figlio e la madre... LA VENDETTA e la mia conseguente ROVINA... Forti dell'istituto del gratuito patrocinio troppo disinvoltamente concesso e del fatto che i giudici non sono rigorosi con chi propone cause temerarie,e decidono sempre per la compensazione delle spese legali.
Siamo stretti in una morsa drammatica... da una parte uno studio legale scorretto e arrogante che ci ha pure dato del "CLAN" oltre a ricattarci con minacce di citazioni se non scendevamo a compromessi… o citare espressamente nelle comunicazioni tra avvocati le parole "causa che pende causa che rende" oppure "qua se magna"... e dall'altra parte, i nostri legali che per difendere il nostro onore e i nostri beni hanno finito con il divorarceli con parcelle esorbitanti. Siamo ormai allo stremo... sia economico che psico-fisico. Mia madre ottantenne con una misera pensione, mia sorella artigiana disoccupata, io in attesa di pensione, abbiamo la sfortuna di possedere 2 case, frutto di vite di sacrifici di mio padre e di mio nonno. Per vivere mi rimane meno di quanto verso a mio figlio mensilmente. Già le separazioni sono dolorose ed onerose per conto proprio, ma nel mio caso c'è in atto una persecuzione ed un accanimento inauditi che amplificano a dismisura i costi e le sofferenze...
Non so a chi rivolgermi per urlare la mia/nostra disperazione. Siamo in presenza di un uso improprio della giustizia e dei suoi strumenti. Avvocati spregiudicati e impuniti imperversano distruggendo dignità e patrimoni. Giudici bonari che non rispettano più la vecchia regola del "chi perde la causa PAGA" e non intervengono a punire le palesi "cause temerarie". Il GRATUITO PATROCINIO che viene dato con disinvoltura senza verificare la serietà delle Citazioni.
Io non posso beneficiare del Gratuito Patrocinio perchè sono "ricco". Peccato che a conti fatti, non raggiungo neanche il reddito cosiddetto di "sopravvivenza". Mi rimane la nuda proprietà della casa paterna e l'appartamento assegnato a moglie e figlio acquistato con mutuo all’80 % del valore.

Sono/siamo in balia di Professionisti senza scrupoli che possono colpire ed uccidere le persone, in modo LEGALE. Chi sono i guardiani che dovrebbero vigilare e colpire questi abusi di potere? 

ottobre 2010 - Circolazione stradale

Fuori dall'Italia si segue lo stesso iter per conseguire la CQC o è realmente più semplice, ogni paese fa come crede meglio o c'è uniformità di applicazione delle leggi Comunitarie? 

settembre 2010 - Famiglia

Sono una mamma divorziata con un figlio minore e volevo segnalarvi il mio disagio.
Da anni sono divorziata con regolare sentenza emessa da un giudice che ha anche stabilito la quota mensile che il padre deve versare mensilmente per il mantenimento. Da più di un anno tale quota viene versata spesso solo in parte, con l'accumulo quindi di arretrati a mio favore.  

settembre 2010 - Consumatori

Voglio raccontare la mia vicenda con Mediaset Premium, perché credo di non essere l’unico che si sente amareggiato… e anche un po’ preso in giro! 

settembre 2010 - Sanit

Mi sono più volte scontrata con lo psichiatra del mio ex marito, perchè a mio parere lo ha completamente plagiato.  Mi sono più volte scontrata con lo psichiatra del mio ex marito, perchè a mio parere lo ha completamente plagiato.
Il mio ex marito è sotto cura psichiatrica dal 1990, è stato sempre aiutato e controllato da me e dai figli fino al 2003, quando purtroppo non siamo più riusciti a controllarlo. Abbiamo allora chiesto un po’ più di aiuto agli psichiatri: non l'avessimo mai fatto!

luglio 2010 - Vita Sociale

Vorrei porre l’attenzione sugli innumerevoli modi di pagare l’abbonamento alla RAI TV. 

maggio 2010 - Famiglia

Spett.le Associazione,

Vi scrivo per segnalarvi che sabato 15 Maggio 50 famiglie di Gorgonzola hanno manifestato civilmente per gli assurdi rincari imposti dal Comune di Gorgonzola per la retta dell'asilo nido. 

maggio 2010 - Circolazione stradale

Vi scrivo per farvi presente un mio problema che però credo sia comune a molti!
Nel 2006 ho preso una multa con autovelox per eccesso di velocità. Avendo io superato il limite consentito in quel tratto di strada, ho pagato la multa entro i termini indicati e mi sono presentata per comunicare che ero io che guidavo la macchina. E qui comincia il mio iter…  

maggio 2010 - Vita Sociale

Vi racconto l'ennesimo spreco di denaro pubblico e la presa per i fondelli da parte dei Carabinieri di XXX (BG). 

aprile 2010 - Circolazione stradale

Vorrei fare una segnalazione stradale, prima che capiti un incidente grave. 

marzo 2010 - Lavoro

il sottoscritto ha presentato alla Commissione Europea denuncia di presunta violazione della Direttiva 2005/36/CE da parte del MIUR in merito all'equità di trattamento degli insegnanti in possesso delle qualifiche di insegnante conseguite negli Stati membri (e formalmente riconosciute con Decreto del MIUR) rispetto ai docenti in possesso di qualifica professionale conseguita in Italia. La denuncia è stata protocollata ed è ora allo studio dell'Ufficio Legale della Commissione. 

marzo 2010 - Lavoro

Non trovo giusto e democratico che nelle offerte di lavoro vengano posti dei limiti di età.
Chi ha superato i 50 anni non ha nemmeno la possibilità di candidarsi, pur avendo i requisiti necessari e richiesti. 

Associazione senza fini di lucro "Europa dei Diritti" - via Guicciardi, 7 - 42100 Reggio Emilia - Fax 0522 019966 - email: info@europadeidiritti.com
Recapito U.E.: Rue Abbe Cuypers, 3 - 1040 Bruxelles - Belgium - Costituita con atto pubblico il 16/01/2004, notaio Dolores Maria Scafa di Reggio Emilia - Codice Fiscale 02084370358